Guida completa al GTG – La Gran Traversata del Gennargentu in Sardegna


Acquista su


amazon


icona streetlibstreetlib

Guida completa al GTG – La Gran Traversata del Gennargentu in Sardegna

Guida completa al GTG

Gran Traversata del Gennargentu

  • Difficoltà: Escursionisti Esperti
  • Lunghezza: 45 km
  • Tempo stimato: 3 giorni
  • Località: Sardegna
  • Guadagno di altitudine: +2.938 m
  • Perdita di altitudine: -2.698 m
  • Altitudine minima: 798 m
  • Altitudine massima: 1837 m

GTG Gran Traversata del Gennargentu

Miei prodi camminatori!

Sono Nico il Capitano dei camminatori Cretini e oggi parliamo

del trekking che attraversa la catena montuosa più alta della Sardegna:

La Gran Traversata del Gennargentu


20230923 091136

Il percorso è stato tracciato da Nico Colucci sul percorso ideato da Corrado Conca.

Il Percorso

La Gran Traversata del Gennargentu è un trekking che si estende per 45 km nel cuore della Sardegna, toccando la vetta più alta dell’isola, Punta La Marmora . La suddivisione ufficiale è di 3 tappe con una tappa di arrivo breve che lascia il tempo di raggiungere la cittadina più vicina.

La Sardegna non è solo spiagge meravigliose e movida, c’è un cuore pulsante ricco di storia e tradizione, sentieri poco affollati dove è possibile incontrare i pastori con i loro greggi e gli abitanti delle terre “alte” dell’isola.

Si parte da Aritzo, piccolo borgo in provincia di Nuoro e si percorre da sud a nord tutto il massiccio del Gennargentu. Il tracciato non necessita l’utilizzo di attrezzatura da arrampicata ma non presenta servizi intermedi, quindi è necessario essere attrezzati per il bivacco.

Risulta necessaria anche un po’ di dimestichezza con l’orientamento, come minimo la capacità di seguire la traccia GPX sul dispositivo che preferite. Purtroppo ci sono tratti poco segnalati in cui è facile rischiare di allontanarsi dal percorso.

Se vi siete persi il nostro video sul modo migliore per affrontare un bivacco: 

Quando fare la Gran Traversata del Gennargentu

Se il clima è favorevole e non ci sono perturbazioni in arrivo, questo è il tipo di percorso che si può affrontare in assenza di neve, la presenza di quest’ultima non renderebbe il percorso impossibile ma sicuramente molto più complesso da affrontare e solo con attrezzatura invernale adeguata.

Se invece volete godere a pieno dell’intero percorso i periodi migliori sono primavera o autunno, in estate soffrireste sicuramente il caldo essendoci pochi tratti coperti da vegetazione alta ma per chi non ha problemi a camminare sotto il sole potrebbe essere una bella esperienza.

Consiglio a chi parte nei mesi più caldi, sfruttate le ore vicine all’alba e al tramonto per camminare e concedetevi una lunga pausa nelle ore più calde.

20230923 134834

Preparasi alla Gran Traversata del Gennargentu

Il percorso è ben tracciato nella seconda e terza tappa, la prima purtroppo richiede un minimo di capacità di orientamento, presenta pochi tratti veramente impegnativi a livello di dislivello anche se il dislivello complessivo non è da sottovalutare.

In linea di massima vi basterà scaricare la traccia gps delle tappe, oppure per gli amanti della carta è possibile acquistare la guida cartacea.

Per quanto riguarda l’attrezzatura non voglio ripetermi, avrete bisogno del solito equipaggiamento da cammino, se avete dubbi guardate il video: 

Se invece volete dare un’occhiata all’attrezzatura consigliata, qui trovate gli articoli che consigliamo, suddivisi per categorie e fasce di prezzo.

Scarpe per la Gran Traversata del Gennargentu

Ovviamente dipende da quando vorreste farlo, io l’ho percorso a settembre con un paio di Stream GTX di La Sportiva, scarpe MID confortevoli e impermeabili, adatte alle stagioni intermedie.

Se invece vorreste percorrerlo in piena estate vi consiglio un paio di Ultraraptor II di La Sportiva non in GoreTex, in modo da avere una scarpa più leggera e traspirante. Il caldo in Sardegna non è da sottovalutare.

 

Come arrivare

Se volete raggiungere Aritzo con i mezzi, dovrete affidarvi alla rete regionale di trasporto autobus della Sardegna, Aritzo è collegata con le principali città dell’Isola.

Ad ogni modo vi basterà usare Google Maps e avrete le informazioni aggiornate a seconda della stagione.

Se invece volete raggiungerla in macchina, dovrete percorrere circa 100 km se partite da Cagliari, 170 da Olbia e 150 da Sassari, come avrete intuito Aritzo si trova proprio nella parte centrale dell’Isola.

Le tappe

Il GTG in 3 tappe

La suddivisione ufficiale è di 3 tappe, una divisione che ho trovato equilibrata, con un’unica eccezione, la discesa al fiume Riu Su Truscu nella prima tappa.

Questa discesa è da affrontare con calma e cautela poiché il sentiero non è assolutamente visibile e la pendenza considerevole, vi consiglio di improvvisare traversi e tornanti per facilitarla.

Di seguito vi fornirò le tracce GPX traccia per traccia scaricabili gratuitamente, a fine articolo troverete anche la traccia completa.


Tappa 1/3

 

 

  • Partenza: Aritzo

  • Arrivo: Area Picnic

  • Lunghezza: 14 km

  • Dislivello in salita: + 891 m

  • Dislivello in discesa: – 895 m

  • Altitudine Massima: + 1470 m

  • Altitudine Minima: + 855 m

GTG Tappa 1 Gran Traversata del Gennargentu

Scarica la traccia GPS :


Tappa 2/3

 

 

  • Partenza: Area Picnic

  • Arrivo: Cuile Sa Funtana Vritta

  • Lunghezza: 18 km

  • Dislivello in salita: + 1141 m

  • Dislivello in discesa: – 881 m

  • Altitudine Massima: + 1824 m

  • Altitudine Minima: + 1006 m

GTG Tappa 2 Gran Traversata del Gennargentu

Scarica la traccia GPS :


Tappa 3/3

 

 

  • Partenza: Cuile Sa Funtana Vritta

  • Arrivo: Passo Correboi

  • Lunghezza: 9 km

  • Dislivello in salita: + 493 m

  • Dislivello in discesa: – 606 m

  • Altitudine Massima: + 1560 m

  • Altitudine Minima: + 1214 m

GTG Tappa 3 Gran Traversata del Gennargentu

Scarica la traccia GPS :


Se volete sapere qualcosa in più sulla mia avventura c’è l’intera playlist con tutti i V-log:

Dove dormire sulla Gran Traversata del Gennargentu

Come detto in precedenza lungo il GTG purtroppo non in contreremo strutture e servizi, quindi è un trekking da affrontare in autonomia e con spirito di adattamento. Le notti da passare in bivacco sono praticamente due, nulla di complicato, basta attrezzarsi con tenda, sacco a pelo e materassino. 

Inoltre avremo la fortuna di incontrare i cuili, antichi ovili abbandonati che potrebbero aiutarci nel trovare riparo, vi avviso però, non sempre sono a tenuta stagna quindi vi consiglio di portare una tenda. 

20230922 181303

Acqua e cibo sul GTG

Nella prima tappa troverete acqua solo all’arrivo, quindi partite con un paio di litri di acqua. La seconda tappa invece è ricca di fonti soprattutto dopo Punta La Marmora. La terza è breve, partite con un litro e sarà più che sufficiente.

Troverete i punti acqua da scaricare a fondo pagina, dovrete aprirli con un’app dedicata.

Vi consiglio l’app Outdoor Active sia nella versione gratuita che in quella Pro o Pro+, nel caso vogliate abbonarvi ai programmi Pro sappiate che per noi Camminatori Cretini c’è la possibilità di avere uno sconto di 10€ inserendo il codice RL1XR al momento dell’acquisto.

Per quanto riguarda il cibo dovrete essere autonomi, vi consiglio un fornelletto con una tazza e buste di cibo liofilizzato, se volete scoprire i miei preferiti li trovate su questa pagina.

Ecco i punti acqua seganti sul percorso.

Indicazioni e consigli

Il percorso non presenta tratti esposti, ferrate o strapiombi, quindi è abbastanza tranquillo anche per coloro che soffrono di vertigini. Necessita però attenzione nella discesa al fiume Riu Su Truscu della prima tappa e un po’ di senso dell’orientamento.

Se avete problemi con questi due punti potreste anche saltare la prima tappa, e partire direttamente dall’area Picnic per Punta La Marmora, soluzione che non amo ma che può far al caso di chi non ha molto tempo o la voglia di dormire fuori per 2 notti. 

Il fondo strada è regolare, scaricate le tracce, scarpe e calzini giusti, attenti al peso dello zaino e via!

Buon cammino miei prodi camminatori e viva la Sardegna!


Traccia GPS percorso integrale della Gran Traversata del Gennargentu

Ecco la traccia del percorso integrale

Vi consiglio l’app Outdoor Active sia nella versione gratuita che in quella Pro o Pro+, nel caso vogliate abbonarvi ai programmi Pro sappiate che per noi Camminatori Cretini c’è la possibilità di avere uno sconto di 10€ inserendo il codice RL1XR al momento dell’acquisto, valido solo sul sito a cui vi rimanda il link.

Se non hai molta dimestichezza con le tracce GPX e vorresti sapere come visualizzarle, ti consigliamo questo video sul nostro canale Youtube:

Condividi su

POTREBBERO INTERESSARTI

logo il cammino del cretino
I silenzi sono pareti d'acciaio contro cui il suono rimbalza, torna al mittente e di nuovo alla parete, ma affievolito. Il silenzio è cugino della riflessione, la voce dell'istinto.
dal libro Il cammino del cretino

[iub-pp-button]