Antica Monterano


Acquista su


amazon


icona streetlibstreetlib

Antica Monterano

Antica Monterano

  • Difficoltà: Turistica
  • Lunghezza: 7 km
  • Tempo stimato: 2 ore e mezza di cammino circa
  • Località: Canale Monterano – Roma
  • Guadagno di altitudine: +200 m
  • Perdita di altitudine: -200 m
  • Altitudine minima: 170 m
  • Altitudine massima: 290 m
  • Punti di interesse: Cascata Diosilla – Zolfatara – Antica Monterano – fiume Mignone

tempFileForShare 20220414 031313

Hai voglia di staccare dalla routine ed immergerti nel verde per un giorno?

Ti piace il trekking ma non hai la possibilità di percorrere lunghi cammini?

Vuoi fare dei test e prepararti alla tua prossima traversata? 

ONE DAY OUT

Escursioni giornaliere


28032022 20220328 112214

Camminatori! Avete voglia di un’escursione in giornata vicino Roma? Oggi proponiamo un’escursione a due passi dalla Capitale! Partiremo da Canale Monterano per raggiungere la città fantasma dell’antica Monterano in un trekking di difficoltà Turistica.

Il percorso ad anello è stato tracciato da Nico Colucci.

Come arrivare a Canale Monterano

Canale Monterano dista da Roma circa 50 km. il modo più comodo per raggiungere il punto di partenza del percorso è sicuramente in macchina. Purtroppo non sono presenti mezzi di trasporto che offrono un servizio di collegamento diretto con la Capitale, è necessario effettuare alcuni cambi fra treni regionali e autobus.

Il percorso per l’antica Monterano

Potrete lasciare la vostra auto a pochi metri dall’inizio del sentiero, il punto di riferimento per trovarlo è la cascata di Diosilla. Appena arrivati si imbocca una breve scalinata che ci condurrà alla cascata.

Il salto d’acqua non è vertiginoso ma la favola della giovane Diosilla che piange per la morte del compagno morto in guerra rimane affascinante.

Antica Monterano Cascata di Diosilla
Cascata di Diosilla

Il sentiero costeggia il torrente lungo un’area attrezzata estremamente godibile, siamo nella Riserva Naturale Regionale Monterano, il sentiero è adatto a famiglie e bambini. 

In pochi minuti ci ritroviamo davanti alla Solfatara, un’antica cava da cui si estraeva zolfo destinato ad usi agricoli e commerciali.

Zolfatara Antica Monterano

A seguire vedrete dei cartelli che indicano la via per salire sulla collina tufacea su cui sorge la città fantasma. Sarà l’unico dislivello degno di nota che incontrerete, parliamo comunque di un percorso breve e che non necessità attrezzatura dedicata. L’antica città etrusca di Monterano vi accoglierà prima con una serie di tombe etrusche scavate nella collina e poi, dopo una piccola scalinata con l’imponenza dei resti della città fantasma.

Numerosi film sono stati girati fra i ruderi di Monterano, per citarne alcuni L’armata Brancaleone o Ben-Hur.

Si discende attraverso un sentiero stretto ma confortevole che ci riporterà a valle, precisamente lungo le sponde del fiume Mignone. Sarà necessario guadare un paio di volte il fiume, non fidatevi troppo delle rocce bagnate, è preferibile togliere le scarpe e attraversarlo nei punti meno profondi.

Il percorso si richiude ad anello seguendo la strada carrabile che vi riporterà al parcheggio.

Antica Monterano Storia

Abitato fin dall’età finale del bronzo, Monterano fu probabilmente fondato dagli Etruschi che avevano consacrato il territorio al Dio degli Inferi Manth, in latino Mantus. Da questo nome deriverebbe il toponimo Manturianum, poi Manturanum, con cui, dall’età tardo antica, si iniziò a identificare il sito di Monterano.

Sotto il controllo di Roma, a partire dalla metà del IV sec. a.C., Manturianum rientrò nell’area di influenza della città romana di Forum Clodii, costruita a una distanza di circa tre km, lungo la via Clodia, che collegava Roma a Saturnia.

A partire dal 1671, quando Monterano divenne proprietà degli Altieri, dopo un periodo di declino coincidente con il declino della famiglia Orsini, che il borgo vide una vera e propria rinascita artistico-architettonica, assumendo l’aspetto che oggi possiamo desumere dalla sue rovine.

Antica Monterano

Questo periodo di grande splendore però non durò a lungo. Alla fine del Settecento infatti, l’affievolirsi delle richieste di zolfo sul mercato, l’insalubrità dell’aria legata alle presenza delle pozze sulfuree nei pressi del nucleo residenziale, la malaria che dilagava sempre di più nella zona, e per finire le devastazioni operate dall’esercito francese nel 1789, portarono all’abbandono definitivo di Monterano prima da parte della popolazione, poi degli stessi Altieri.

Abbandonato definitivamente dagli inizi dell’Ottocento, Monterano si è trasformato nel corso degli ultimi due secoli in un borgo fantasma.


Per vedere il percorso nello stile del Cretino, ecco il video della nostra esperienza:


Se hai dubbi sull’equipaggiamento visita il nostro canale, troverai consigli confronti e molto altro:


Traccia GPS

Ecco la traccia del percorso integrale

Se non hai molta dimestichezza con le tracce GPX e vorresti sapere come visualizzarle, ti consigliamo questo video sul nostro canale Youtube:

Condividi su

POTREBBERO INTERESSARTI

logo il cammino del cretino
Non aver paura di sbagliare strada. Questo ti servirà per riconoscere quella giusta!
dal libro Il cammino del cretino