Neve low cost


Acquista su


amazon


icona streetlibstreetlib

Neve low cost

Miei prodi camminatori!

Oggi cercheremo di rispondere ad una domanda molto semplice:

Esiste un tipo di neve low cost?


Free Blog

for free travelers


Per rispondere a questi dubbi ci siamo recati da degli specialisti, precisamente uno dei migliori negozi di Outdoor di Roma, Campo Base Outdoor Equipment e li abbiamo massacrati di domande.

Nel video troverete tutto ciò che abbiamo scoperto, condito con un pizzico di ironia:

Negli ultimi articoli abbiamo parlato di attrezzatura invernale come piccozze, ramponi, scarponi ramponabili, vestiario traspirante e molto altro.

A grandi linee possiamo dire che per affrontare un ambiente innevato c’è l’oggettiva necessità di un’attrezzatura adeguata.

Inevitabilmente l’occhio cade anche sui prezzi relativi all’attrezzatura invernale e diciamo che essendo materiale estremamente tecnico e performante diventa difficile poter pensare ad  un’esperienza su ambiente innevato che possiamo definire low cost.

Per approcciare alla neve senza vedere un rene si hanno generalmente due possibilità:

la più comune è quella di andare in un centro sciistico dove in media, affittando l’attrezzatura, un posto letto e lo skipass si spendono tra i 100 e i 200 euro al giorno.

Ma se non amate la folla o essere circondati da gente che sfreccia a 200 all’ora c’è una soluzione molto più abbordabile anche economicamente: la ciaspolata.

neve low cost

Codice sconto

Il negozio Campo Base Outdoor Equipment offre un codice sconto online del 5% riservato alla community del Cammino del Cretino cumulativo agli sconti già presenti sul sito!

Codice sconto: ilcamminodelcretino5

COme organizzare una ciaspolata su neve low cost

Esistono tour guidati in tutta Italia che propongono uscite di gruppo dove è possibile anche affittare l’attrezzatura ad un costo medio di 30 euro a persona, quindi se ci andate una volta l’anno direi che la soluzione migliore è questa.

Ecco alcuni siti che organizzano ciaspolate guidate, ne abbiamo messe solo alcune come esempi ma vi consigliamo di cercare per area di interesse:

https://www.guidaescursionisticacontimauro.com/escursioni/escursioni-invernali

https://www.rifugi.lombardia.it/attivita/ciaspolate

https://www.parchilazio.it/parcomontisimbruini-schede-11861-ciaspolate_sui_monti_simbruini

Se invece dentro di voi risiede l’animo di un cane Husky e appena c’avete due giorni liberi volete mettere le zampe nella neve, vi diamo qualche dritta per ciaspolare in autonomia, risparmiando sul lungo periodo.

Cosa serve per ciaspolare

– Ciaspole e bastoni con la rotella da neve.

Se vi siete persi il video o l’articolo in cui spieghiamo tutto sui vari modelli e utilizzo delle ciaspole andate a recuperarlo, ve lo metto qui e in descrizione.

Ad ogni modo con un spesa di poco più di 100 euro potete acquistare un buon paio di ciaspole e vi basterà aggiungere la rotella ai bastoni da trekking che usate in estate.

Scarpa impermeabile e preferibilmente con una buona termicità.

Anche qui vi mettiamo un video su scarponi invernali ma potreste anche utilizzare uno scarponcino con cui fate trekking in autunno a condizione che sia impermeabile e caldo.

Alla fine siamo sempre sulla neve non ce lo dimentichiamo.

Un paio di ghette.

Una scarpa alta e un buon pantalone potrebbero essere sufficienti ma se proprio vogliamo essere sicuri un paio di ghette evitano che ci entri neve nelle scarpe.

Un buon paio di occhiali da sole.

Considerate che la neve può riflettere fino all’80% dei raggi UV, vi assicuro che dopo un po’ stanca.

– Estremità coperte ma non troppo.

Guanti leggeri e una fascia perla testa potrebbero essere una buona soluzione.

Vestiti traspiranti.

Quando partite dovete sentire un po‘ di freddo, perché tanto poi dopo 5 minuti sarete sudati come dei cavalli. Se alla partenza non sentite un po’ di freddo state sbagliando qualcosa.

Abbiamo spiegato nel video “Abbigliamento invernale: come non morire di freddo” come vestirsi in maniera stratificata correttamente, sia se dovete fare attività statiche che dinamiche come una ciaspolata: andate a guardarvelo immediatamente. Non solo per andare in montagna, ma per affrontare il freddo nella vita proprio.

Dove ciaspolare?

Nel video “Piccozze e ramponi” vi abbiamo spiegato quanto può essere pericoloso affrontare un ambiente innevato, quindi il mio consiglio è quello di ciaspolare su percorsi ad anello già tracciati e lontani da pendii che superano i 30°

Per trovarli vi basterà impostare il filtro di ricerca “Racchette da neve” su app come Wikiloc, oppure scrivere, ad esempio, “ciaspolate trentino” sul motore di ricerca e smanettare un po’… qualcosa la trovate, tranquilli.

Soluzione alternativa è quella di comprare libri dedicati come:

Ciaspolando nel Lazio – Mauro Moratti e Domenico Vasapollo

Attenti alle date e alle condizioni meteo. Uscite almeno in coppia e quando le condizioni sono ottimali.

Vi consiglio l’app MeteoMont per controllare le previsioni e la situazione di rischio valanghe.

Non è scontato dirlo, ma potete ciaspolare solo dove c’è neve, non la spolveratina … la neve vera. Mi raccomando!


Nico Colucci per

Il cammino del Cretino

Campo Base Outdoor Equipment

Condividi su
...la verità é che tutto é nato perché un cretino si é preso la briga di proporre una follia nel momento in cui uno scemo passava di lí. Il cretino si chiama Michael Anzalone e lo scemo sono io.
dal libro Il cammino del cretino

[iub-pp-button]