Scarpe da arrampicata – Come sceglierle


Acquista su


amazon


icona streetlibstreetlib

Scarpe da arrampicata – Come sceglierle

Miei prodi camminatori!

Oggi parleremo di scarpe da arrampicata!

Quali sono le migliori? Come sceglierle?


Free Blog

for free travelers


Per rispondere a questi dubbi ci siamo recati da degli specialisti, precisamente uno dei migliori negozi di Outdoor di Roma, Campo Base Outdoor Equipment e li abbiamo massacrati di domande.

Nel video troverete tutto ciò che abbiamo scoperto, condito con un pizzico di ironia:

Se stai leggendo questo articolo vuol dire che sei un appassionato o stai pensando di cimentarti nell’arte di arrampicare e il tuo sogno è quello di passare ore della tua vita abbarbicato alle rocce come una cozza patella.

Abbiamo raccolto delle domande poste da dei principianti o da persone che hanno mostrato un interesse verso questa disciplina e abbiamo chiesto a degli esperti di fare chiarezza su dei punti che possono anche sembrare banali ma restano importanti per chi è alle prime armi. 

 

Scarpe da arrampicata

Codice sconto

Il negozio Campo Base Outdoor Equipment offre un codice sconto online del 5% riservato alla community del Cammino del Cretino cumulativo agli sconti già presenti sul sito!

Codice sconto: ilcamminodelcretino5

Perché indossare le scarpe da arrampicata?

La scarpa da arrampicata ci aiuta nella progressione a qualsiasi livello, donandoci maggiore stabilità e puntamento. Questo non vuol dire che non si possa arrampicare anche scalzi, teoricamente tutto si può fare, anche scalare con i mocassini.

Un tempo, ad esempio,  di scalava con le Superga risuolate con uno strato di Airlite, insomma non è che DEVI avere le scarpette da arrampicata ma averle aiuterebbe molto. Perché complicarsi la vita?

Le scarpe vanno bene sia su roccia che in una palestra?

Sì, soprattutto all’inizio vanno benissimo per entrambi gli scenari. Le scarpe da principianti sono adatte sia per la palestra che per al roccia, facendo esperienza sarà lo stesso atleta a sentire il bisogno di differenziare il modello a seconda delle situazioni. A livelli avanzati diventa qualcosa di molto personale e situazionale.

Perché devono essere così strette e avere questa forma arcuata?

Abbiamo bisogno di una scarpa fasciante per avere maggiore stabilità ma soprattutto per riuscire a esercitare una grande pressione su un punto molto piccolo della nostra suola. La scarpa da arrampicata ci aiuta in questo processo infatti i modelli da principianti sono più rigidi e hanno suole a pianta intera.

Andando su scarpe più professionali diventeranno più morbide per ottenere una maggiore sensibilità ma diventeranno sempre più fascianti e arcuate per una maggiore spinta.

Riflettendoci, il nostro corpo ci porta proprio a questo atteggiamento, facendo il paragone con le mani, se pensassimo di esercitare trazione su una piccola superficie e con la punta delle dita ci verrebbe spontaneo di curvare le dita della mano come se fosse un artiglio. Per questo motivo le scarpette in questione hanno questa forma arcuata a discapito della bellezza.

Perché hanno la suola liscia?

Per sfruttare la massima aderenza. Probabilmente dovremo sfruttare pochi millimetri di appoggio su cui fare trazione, quindi è meglio avere una suola liscia ma aderente, come le gomme della Formula 1.

Modelli consigliati

Per iniziare partiremo da dei modelli molto basici ed economici, con suola intera e abbastanza supportivi in modo che si possa prendere confidenza gradualmente:

TARANTULA – LA SPORTIVA

tarantula

Scarpetta polivalente ideale per chi si avvicina al mondo dell’arrampicata e per utilizzo nelle palestre. Allacciatura in velcro veloce e funzionale, forma neutrale adatta a tutti i tipi di piede.

Caratteristiche:

  • Tomaia: Vitello scamosciato, costruzione tubolare
  • Fodera: Posteriore assente, anteriore Pacific (inserto anti-deformazione)
  • Intersuola: LaSpoFlex 1,8mm Suola: FriXion RS 4mm

Per chi invece ha un po’ di dimestichezza con questa disciplina e vuole passare a un modello più performante:

KATANA – LA SPORTIVA

katana

Sensibile, precisa, strutturata. L’equilibrio perfetto.

Cinghia allacciatura con chiusura astrap termosaldato ed iniezione in PU.

Scarpetta da arrampicata tecnica con doppi velcri a chiusura opposta e differenziata. Studiata per un uso polivalente in montagna, falesia e bouldering. L’ottimale abbinamento tra materiali sintetici e naturali permette un compromesso ideale tra comfort, tecnicità e inalterabilità nel tempo. Una particolare intersuola con zona prensile sotto le dita, consente il supporto ottimale dei carichi esaltando la sensibilità.

Nuovo modello: nuova velcratura, nuova tallonatura e nuove bordure.

Ideale per pianta stretta.

Caratteristiche:

  • Tomaia: Abbinamento vitello scamosciato con microfibra, costruzione tubolare.
  • Fodera: Posteriore Dentex, anteriore Pacific.
  • Intersuola: LaSpoFlex 1,1 mm completa.
  • Suola: Vibram XS Edge sp. 4 mm

KATANA LACCI – LA SPORTIVA

KATANA LACCI – LA SPORTIVA

Evoluzione tecnica ed estetica di Katana Laces: scarpetta polivalente e performante adatta a qualsiasi tipo di superficie e tipologia di arrampicata. Maggiore precisione in punta e maggiore precisione e sensibilità nei tallonaggi. 

La linguella è in tessuto morbido e traspirante, l’allacciatura con lacci in materiale riciclato al 100%, permette un’ottimale regolazione dei volumi. La suola è in mescola Vibram® XS Edge ad alta durabilità e grip che permette di scaricare il massimo del peso anche sugli appoggi più piccoli. Questo, unito al sistema P3, permette a Katana Laces di mantenere invariata la forma e tutte le caratteristiche anche dopo molte ore di utilizzo.

Ideale per pianta stretta.

Caratteristiche:

  • Tomaia: Abbinamento vitello scamosciato conmicrofibra, costruzione tubolare
  • Fodera: Anteriore e posteriore Pacific
  • Intersuola: LaSpoFlex 1,1 mm completa abbinata a P3 System

OTAKI – LA SPORTIVA

OTAKI – LA SPORTIVA

L’Otaki è nel gergo samurai giapponese, la più antica spada a filo singolo: estremamente tagliente e precisa anche su bersagli di piccole dimensioni. Concetto perfettamente applicabile anche all’arrampicata sportiva: Otaki è una scarpetta da climbing precisa, portante e strutturata, adatta per arrampicate in falesia, vie e boulder grazie a caratteristiche che assecondano le più moderne esigenze dell’arrampicatore.

Il nuovo tipo di costruzione unisce i vantaggi di avvolgenza omogenea di una scarpetta ballerina, a quelli di precisione e regolazione dei volumi di una scarpetta con chiusura a velcro. Tale soluzione permette di avere la massima sensibilità e precisione di calzata anche in torsione: la scarpetta segue perfettamente i movimenti del climber evitando volumi vuoti e punti rigidi.

Il tallone è estremamente innovativo grazie all’adozione del guscio S-Heel™ che permette di mantenere una perfetta stabilità torsionale accentuando le performance e l’adattabilità nei tallonaggi, per utilizzi di derivazione boulder. L’adozione del sistema P3 inoltre garantisce l’indeformabilità nel tempo ed accentua struttura e portanza. Massima precisione, massime perfromance.

Ideale per pianta media.

Caratteristiche:

  • Tomaia: Microfibra in abbinamento a vitello scamosciato, costruzione tubolare.
  • Fodera: Anteriore Pacific.
  • Calzata: Media.
  • Intersuola: LaSpoFlex 1,1 mm + P3 System.
  • Suola: Vibram XS-Edge 4mm.

Costruzione di nuova concezione che unisce i vantaggi di avvolgenza omogenea di una scarpetta ballerina a quelli di precisione e regolazione dei volumi di una scarpetta con chiusura a velcro.

Massima sensibilità e precisione di calzata anche in torsione: la scarpetta segue perfettamente i movimenti del piede evitando volumi vuoti e punti rigidi – L’adozione del P3 System e la costruzione della suola permettono una portanza accentuata su piccole fessure e tacche.

Tallone con innovativo guscio S-Heel™: permette di mantenere una perfetta stabilità in torsione accentuando le performance e l’adattabilità nei tallonaggi.


Gli esperti in linea di massima sanno quale modello è più adatto al proprio piede o all’attività che hanno in mente ma noi vogliamo comunque consigliarvi un modello di fascia alta:

SKWAMA – LA SPORTIVA

SKWAMA LA SPORTIVA

L’arrampicata cambia pelle, aggiunge le squame.

Scarpetta d’arrampicata sensibile, fasciante e flessibile, ideale per utilizzo performance sia su roccia che in palestra indoor, pensata per utilizzi su pareti strapiombanti e su placche. 

Come la pelle squamosa di un serpente, Skwama è una scarpetta d’arrampicata super sensibile e fasciante in grado di supportare il climber nei movimenti più tecnici su strapiombi (in ed outdoor) e placche. Pensata per l’utilizzo performance è estremamente flessibile grazie alla nuova costruzione della suola che aumenta la possibilità di utilizzare la calzatura “spalmandola” sulla roccia in maniera omogenea ed uniforme.

La tomaia in pelle scamosciata e microfibra ha una costruzione che consente una perfetta avvolgenza del piede senza punti rigidi o vuoti, favorendo la massima stabilità in torsione, anche grazie all’innovativo guscio brevettato S-Heel™ che mantiene la stabilità accentuando le performance e l’adattabilità della scarpetta nei tallonaggi. La Skwama™ in gomma protettiva ultra-aderente in punta protegge dalle abrasioni e forma una superficie grippante per gli agganci di punta. La suola Vibram XS-Grip2 fornisce la massima aderenza a qualsiasi tipo di parete.

Ideale per pianta media.

Caratteristiche:

  • Tomaia: Microfibra in abbinamento a vitello scamosciato, costruzione tubolare.
  • Fodera: Assente.
  • Intersuola: LoSpoFlex 0,8 mm + P3 System
  • Suola: Vibram XS Grip2 sp. 3,5 mm.

Nico Colucci per

Il cammino del Cretino

Campo Base Outdoor Equipment

Condividi su
Oggi pare che nessuno abbia più il tempo di fare ciò che lo rende realmente felice, che lo accende ed entusiasma: c’è sempre un impegno, un appuntamento, un mutuo da pagare, una scadenza. Rincorriamo faccende presunte improrogabili come fossero il fine ultimo della nostra vita e ci siamo dimenticati delle piccole cose, quelle che ci appagano veramente. Sentirsi felici ormai è diventato un optional, qualcosa a cui non abbiamo diritto, ci abbiamo rinunciato a priori, come se non fosse poi così importante.
dal libro Il cammino del cretino