Le vie Ferrate: gradi di difficoltà, cosa serve, kit ferrata


Acquista su


amazon


icona streetlibstreetlib

Le vie Ferrate: gradi di difficoltà, cosa serve, kit ferrata

Miei prodi camminatori!

State pensando di affrontare le vostre prime vie ferrate?

Oggi risponderemo a tutti i vostri dubbi sul magico mondo delle vie ferrate!


Free Blog

for free travelers


Per rispondere a questi dubbi ci siamo recati da degli specialisti, precisamente uno dei migliori negozi di Outdoor di Roma, Campo Base Outdoor Equipment e li abbiamo massacrati di domande.

Nel video troverete tutto ciò che abbiamo scoperto, condito con un pizzico di ironia:

Cos’è una via ferrata?

Se siete degli amanti di percorsi montani vi sarà capitato di vedere gente con imbrago e caschetto abbarbicata alle rocce come delle cozze patelle e assicurata ad un cavo di acciaio.

Ebbene le vie ferrate sono proprio quelle:

percorsi attrezzati su parete dove, senza cavo, scalette, staffe e gradini saremmo costretti ad arrampicare

Le vie ferrate di bassa difficoltà sono l’ideale per coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dell’arrampicata, poiché metteranno alla prova il nostro senso di vertigine e inizieremo a prendere confidenza con altezze, pareti verticali e tratti esposti.

Potremmo definirle l’anello di congiunzione fra chi decide di abbandonare i sentieri per approcciare al mondo verticale montano.

Le vie ferrate - kit ferrata

Codice sconto

Il negozio Campo Base Outdoor Equipment offre un codice sconto online del 5% riservato alla community del Cammino del Cretino cumulativo agli sconti già presenti sul sito!

Codice sconto: ilcamminodelcretino5

Gradi di difficoltà delle vie ferrate

Queste vie hanno una suddivisione in gradi di difficoltà stabiliti dal CAI per l’Italia, proprio come i sentieri escursionistici, infatti tutte le vie ferrate sono segnate con la sigla EEA cioè Escursionisti Esperti Attrezzati.

I gradi di difficoltà sono cinque:

F – Facile: percorso con esposizione contenuta, con cavi metallici e catene che ne aumentano la sicurezza. Una passeggiata leggermente esposta.

PD – Poco difficile: percorso di media durata con esposizione contenuta e in cui possono essere presenti brevi tratti verticali. Un primo assaggio di quello che vi aspetterà nei gradi più alti.

D – Difficile: ferrata di media o lunga durata che richiede una buona condizione fisica. Si possono incontrare tratti in strapiombo. Questa inizia ad essere una bella prova.

MD – Molto Difficile: l’itinerario presenta esposizioni e sequenze tecniche in serie. Sarà praticamente verticale e il numero di infissi artificiali scende. Qui su fa sul serio.

ED – Estremamente Difficile: necessita conoscenza di tecniche di progressione in parete. Il numero di infissi artificiali è ridotto al minimo, insomma se siete alle prime armi andateci solo se fra i vostri parenti c’è Spiderman.

Che cosa serve per fare una via ferrata?

Per affrontare in sicurezza una via ferrata abbiamo bisogno di 4 elementi fondamentali che non possiamo assolutamente non avere con noi.

L’ambiente montano, soprattutto in tratti esposti diventa estremamente pericoloso quindi una giusta attrezzatura sarà fondamentale per ridurre al minimo questi rischi.

Il casco per le vie ferrate

Chi ci precede in ferrata o animali selvatici potrebbero inavvertitamente far cadere dei sassi dall’alto, inoltre in caso di caduta dobbiamo cercare di preservare la nostra testa da eventuali traumi. 

Un casco omologato da alpinismo diventa quindi indispensabile, deve essere resistente, leggero e traspirante. Vi proponiamo due modelli estremamente validi:

BOREO – PETZL

Boreo Petzl

METEOR – PETZL

Meteor Petzl 1

Guanti per vie ferrate

lo sfregamento sul cavo d’acciaio, le staffe e gli appigli su roccia potrebbero provocarci delle lesioni o la formazione di vesciche sulle mani.

I guanti da ferrata servono proprio a prevenire questi problemi non perdendo la sensibilità sulle dita per manovrare i moschettoni.

START FINGER – CAMP

Star Fingerless

TECHNICAL GLOVES – CT

Technical Gloves

Imbrago per ferrata

L’imbrago per le vie ferrate deve essere assolutamente omologato da alpinismo, quindi premessa questa caratteristica fondamentale possiamo spaziare fra imbraghi che hanno più regolazioni, sia sulla cintura che sui cosciali, imbraghi che offrono un maggiore comfort o imbraghi molto leggeri ma un po’ più scomodi.

Solitamente si usano imbraghi bassi, le uniche occasioni in cui potrebbe essere necessario utilizzane uno alto è in caso di zaini molto pesanti o per persone a cui è necessario dare un’assistenza maggiore.

Vi proponiamo:

CORAX – PETZL

Corax Petzl

Imbracatura per arrampicata e alpinismo polivalente e interamente regolabile

La polivalenza per eccellenza! Facile da utilizzare e confortevole, l’imbracatura CORAX è perfetta in arrampicata, alpinismo o via ferrata. Questa imbracatura regolabile, destinata al maggior numero di utilizzatori, è disponibile in diversi colori e due taglie per adattarsi a tutte le morfologie.


SIRANA – EDELRID

Sirana

Imbracatura da alpinismo a tutto tondo con fibbie Slide Block da 20 mm e cosciali fissi per una grande rapidità di utilizzo. Struttura dell’imbracatura laminata, per vie a più tiri e tour alpini; perfetto anche per la falesia e le cascate di ghiaccio. Il SIRANA è fabbricato in modo rispettoso dell’ambiente, del risparmio delle risorse e soddisfa i severi requisiti del sistema bluesign®.


ALTITUDE – PETZL

Altitude Petzl

Imbracatura leggera e compatta per l’alpinismo e lo scialpinismo, indossabile con i piedi a terra.

Molto leggera, l’imbracatura ALTITUDE è destinata all’alpinismo e allo scialpinismo. Grazie alla struttura semplice, consente di essere indossata con gli sci o i ramponi ai piedi. I due portamateriali e i passanti garantiscono il trasporto e l’organizzazione dell’attrezzatura necessaria per una salita in montagna.

Il set da ferrata

Il set da ferrata è il collegamento fra l’imbrago e il cavo della ferrata. È formato da:

due braccia con moschettoni forniti di chiusura di sicurezza.

un dissipatore che si attiva in caso di caduta e assorbe l’impatto. Il dissipatore si distingue per fasce di kg che può sopportare, ricordate che si apre solo se cadiamo con una certa violenza. Una volta aperto va sostituito.

Iron Cruiser – Black Diamond

5181 1

Kinetic Gyro Rewind Pro – CAMP

11063

Avvertenze e consigli

Le vie ferrate, per quanto studiate per essere dei percorsi “sicuri”, presentano comunque un alto grado di rischio. Parliamo sempre di percorsi montani, solitamente in quota e a volte su pareti verticali o punti molto esposti.

Il modo migliore per ridurre al minimo questi rischi è sicuramente quello di informarsi prima di partire, conoscere i propri limiti e utilizzare con attenzione tutti i dispositivi di sicurezza sopra elencati. I nostri esperti ci tengono a lasciarvi con alcune buone abitudini da accompagnare ad un’esperienza del genere:

 

  • Se doveste accidentalmente cadere e rimanere appesi al set, chiamate immediatamente i soccorsi, anche se pensate di essere illesi.
  • Non avventuratevi mai da soli.
  • Se siete inesperti fatevi accompagnare da guide o persone competenti.
  • Comunicare sempre dove andiamo e quando pensiamo di tornare.
  • Non fate gli splendidi e assicuratevi sempre con entrambi i moschettoni.
  • Procedete con calma e se volte farvi un selfie assicuratevi con un rinvio o in punti da cui non potreste scivolare.

Il capitano dei Cretini e tutto lo staff di Campo Base vi augura buon viaggio!

                                 .Nico Colucci per

Il cammino del Cretino

Campo Base Outdoor Equipment

Condividi su
Non aver paura di sbagliare strada. Questo ti servirà per riconoscere quella giusta!
dal libro Il cammino del cretino